Biografia

Minoliti Salvatore, nato a Reggio Calabria nel 1976,  è un artista di formazione eclettica che fin dall’infanzia si avvicina all’arte iniziando un percorso di studio appassionato e di apprendimento delle tecniche pittoriche. Dopo questa intensa fase di conoscenza, l’artista avverte sempre più l’ansia di liberare il suo modo di creare dai condizionamenti della convenzione.
L’arte per  Minoliti è così importante da coincidere con l’esistenza stessa.
E’ intrisa di  passione, sofferenza,  gioia, fatica, disagio, bellezza e non solo in senso puramente estetico, ma anche come meravigliosa e impudica espressione dell’ immaginario, dei segreti celati anche alla coscienza.
L’atto del creare  diviene  sempre più  necessario  e concretamente  terapeutico.
E’ una fuga dalla normalità che lo vuole divorare.
L’ artista, inoltre  avverte una forte  esigenza di entrare in contatto con l’altro, di comunicare e questo a prescindere  dalla natura e dal significato del messaggio trasmesso.  La certezza di poter stabilire un solo punto di contatto significa  immensa speranza di liberazione dalla solitudine cosmica.
Gli ultimi lavori sono composti da materiali di recupero e organizzati nello spazio in modo tridimensionale. La scelta del tridimensionale non è casuale,  ma anzi è consapevolezza di non poter annullare totalmente l’illusionismo spaziale.
Protagonista, come per il movimento spazialista,  non è più la tela,  superficie sulla quale si è dipinto per secoli, ma è la materia che diventa elemento fondamentale dello spazio, sovvertendo la prospettiva classica. Dunque la materia, in origine nuda ed essenziale, rielaborata diventa opera d’arte, cosicché la forma coincide con quella del materiale stesso.
La serie di  opere  “Grovigli”  sono  ammassi di fili  intricati che ricordano i meandri complessi del cervello. Meandri  multiformi che parlano di perdizione e redenzione, di coraggio  e paura, di bene e male, di misteri occulti e segreti gelosamente custoditi. Intrecci  inestricabili, labirinti complicati, nei quali è facile smarrirsi,  tuttavia con un forte  desiderio  di  districarli in qualche modo. Dunque  i garbugli di Minoliti simboleggiano il caos, ma allo stesso tempo lo sforzo di imporgli  un ordine.
error: Copyright Minoliti Salvatore