Salvatore Minoliti, nato a Reggio Calabria nel 1976, è un artista poliedrico che fin dall'infanzia si avvicina all'arte iniziando un percorso di studio appassionato e di apprendimento delle tecniche pittoriche. Dopo questa intensa fase di conoscenza, l'artista avverte sempre più l'ansia di liberare il suo modo di creare dai condizionamenti della convenzione ereditata. La definitiva rottura con il passato si ha nel 2010, anno in cui vengono realizzate le prime opere che si discostano totalmente dai lavori precedenti, perlopiù figurativi.
L'artista matura una decisa personificazione stilistica, incentrata sul gioco tra simbolo e realtà e riconosce nella comunicazione la caratteristica pregnante e fondamentale dell'arte.
Le ultime opere sono tridimensionali, composte da materiali di recupero e organizzate nello spazio in sequenze geometriche, con una ritmata scansione tra pieni e vuoti. La scelta del tridimensionale non è casuale, ma anzi è consapevolezza di non poter annullare totalmente l'illusionismo spaziale.
Protagonista non è più la tela, superficie sulla quale si è dipinto per secoli, ma è la materia che diventa elemento fondamentale dello spazio, sovvertendo la prospettiva classica. Dunque la materia, in origine nuda ed essenziale, rielaborata diventa opera d'arte, cosicché la forma coincide con quella del materiale stesso.









         Copyright © 2013 - Tutti i diritti riservati a Minoliti Salvatore